Borgo mediaevale di Stimigliano

Home  /  Comune di Stimigliano  /  Scheda
×Informazioni

Si entra nel borgo medievale da una porta ad arco a tutto sesto che era sorvegliata dal corpo di guardia che era ubicato nell’adiacente costruzione cilindrica, dove è ancora visibile la feritoia attraverso la quale si controllava il ponte levatoio. La torre, in posizione angolata rispetto al palazzo signorile, delimita la piccola piazza nella quale si trovava il pozzo dell’acqua di cui ora resta solo il braccio di discesa.

Poco avanti sulla sinistra , il magnifico portale bugnato cinquecentesco del Palazzo Orsini; sull’architrave un verso dell’Eneide di Virgilio (I, 26).

All’interno della dimora gentilizia si possono ammirare le sale riccamente decorate e, nel cortile d’onore la Cappella gentilizia dedicata a San Giuseppe che mantiene inalterata la bellezza dell’arte manieristica del tardo 500. Gli affreschi sono stati attribuiti alla scuola degli Zuccari. Il borgo è raccolto intorno al suo centro di potere che si sviluppa con una planimetria longitudinale, seguendo il crinale della collina (207 s.l.m) lungo un’ unica strada principale , da cui si dipartono i caratteristici vicoli.

Nel vicolo degli archi,( detto anche vicolo del bacio)si trovava l’Hospitale che era una struttura assistenziale per “infirmi e peregrinantes”. Sotto la sede comunale vi era l’antica chiesa parrocchiale, oggi Biblioteca Comunale.

Da ricordare infine che la costruzione della stazione ferroviaria (1865) ed il successivo insediamento della fabbrica di ceramica, hanno favorito lo sviluppo abitativo di Stimigliano Scalo.

+Gallery
+Elementi Correlati
+Meta dati

Pubblicato: 8 aprile 2016

Autore:

Categoria: Comune di Stimigliano

Tags:

+Commenti

Lascia un Commento