Marmo di Piazza

Home  /  Comune di Toffia  /  Scheda
×Informazioni

Piazza Lauretana
Toffia (RI)
Indicazioni su Google Map →

In un angolo di Piazza Lauretana a Toffia, di fronte alla chiesa della Madonna di Loreto, si trova un reperto di epoca romana: il cosiddetto “Marmo di Piazza”. Si tratta di una grossa pietra proveniente forse da una tomba lungo la Salaria, di forma leggermente ovale che misura nel diametro tra i 110 e i 135 cm e che ha uno spessore di circa 20 cm.
La pietra poggia su un basamento di tamburo di colonna a sezione quadra, cimata agli angoli, con un capitello stilizzato di presumibile attribuzione stilistica all’arte romanica. Non si hanno precise indicazioni sulla sua provenienza e funzione. Secondo la tradizione fu utilizzata come tavola dove si stipulavano affari saggiando la moneta sulla sua superficie in virtù del suo buon suono.
Sulla superficie troviamo una rappresentazione grafica comunemente definita “filetto” e un’altra scacchiera con linee ortogonali e diagonali.
La scacchiera definita “filetto” è in realtà un interessante esempio di “triplice cinta”, mentre la seconda scacchiera incisa sulla pietra è un reticolo geometrico costituito in tutto da sedici quadrati con linee diagonali meglio conosciuta come “alquerque”. Il suo nome deriva dall’arabo “Quirquat”, un antico gioco, probabilmente proveniente dal medio oriente, e che ha originato numerosi giochi come la dama. Queste rappresentazioni grafiche erano note ai romani come “tabulae lusoriae” ed utilizzate come gioco o passatempo, ma arrivavano alla civiltà greco-romana da popolazioni antiche e sono state rinvenute anche presso culture megalitiche e dell’età del Bronzo.
Su questa e le altre pietre presenti sulla piazza, si può ipotizzare una relazione con una testimonianza raccolta in un atto del 1681 dove si afferma che “… un laterale della sedia episcopale proveniente dalla chiesa di S. Lorenzo trovasi collocato per seditore in voc. Piazzetta, con altre pietre addette …”.

+Gallery
+Elementi Correlati
+Meta dati

Pubblicato: 4 aprile 2016

Autore:

Categoria: Comune di Toffia

Tags: ,

+Commenti

Lascia un Commento